Circolare trasporti: chiarimenti per gli enti affiliati e aggregati

12 dicembre 2018

Riportiamo dal sito FISE:

La Federazione ha voluto fornire un vademecum interpretativo alle nuove disposizioni emesse dei Ministeri dell’Interno e delle Infrastrutture e dei trasporti

Il Ministero dell’Interno e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a seguito degli incontri scaturiti dal tavolo tecnico, hanno emesso in data 6 dicembre la circolare interministeriale che integra quella dello scorso 15 ottobre e relativa al trasporto dei cavalli sportivi.

Al fine di fornire un utile servizio ai tesserati, alle Asd e Ssd abbiamo voluto riassumere i più salienti passaggi del documento mettendo a disposizione un nuovo e utile strumento interpretativo. In diversi punti del vademecum è possibile riscontrare le pagine di riferimento della circolare.

1 – La circolare è rivolta principalmente agli Enti affiliati o aggregati alle Federazioni e EPS riconducibili al CONI (pag. 3).

2 – Sono esclusi dal campo di applicazione della legge n. 298 del 1974 (trasporto conto terzi) i trasporti con finalità sportiva effettuati con il van nella disponibilità dell’ente affiliato o aggregato alla Federazione di cavalli dei soci e scuderizzati presso l’ente affiliato o aggregato (pag. 5).

2.1 – Il van deve essere di proprietà dell’ente affiliato o aggregato oppure nella disponibilità attraverso un usufrutto o acquisto con patto di riservato dominio, un leasing o altro rapporto che risulti trascritto sul libretto di circolazione. Ricordiamo che il van è un bene mobile registrato (pag. 6).

2.2 -Il van può essere guidato da un socio dell’ente che deve dimostrare la sua qualità di socio con la tessera associativa o documento equivalente e una copia del verbale dell’assemblea che gli riconosce la possibilità di guidare il van.

2.2.1 – Il van può essere altresì guidato da un dipendente dell’ente che può dimostrare la sua posizione attraverso il contratto di lavoro o copia di una busta paga.

3 – Il cavallo deve essere di proprietà dell’ente come risulta dai documenti identificativi.

3.1 – Il cavallo può anche essere di proprietà di un socio o un tesserato dell’ente che ha la disponibilità del van. Questo può essere dimostrato attraverso il mod. 4 informatizzato, in cui è indicato il codice stalla dell’ente (pag. 8) oppure con il mod. 4 cartaceo integrato da una copia del contratto di deposito del cavallo presso l’ente, anche non registrato (pag. 9). Serve a bordo del van anche una copia del registro di carico scarico aziendale. Facsimile del contratto è disponibile in calce a questa notizia. In entrambi i casi bisogna dimostrare che il proprietario del cavallo sia socio o tesserato all’ente, che ha la disponibilità del van, attraverso la tessera associativa o documento equivalente (pag. 10).

4 – Il cavallo deve essere scuderizzato da almeno 4 giorni antecedenti il trasporto presso l’ente che ha la disponibilità del van che effettua il trasporto.

5 – Il luogo di partenza e/o destinazione finale del trasporto deve essere l’ente presso cui è scuderizzato il cavallo.

6 – Non è necessario che il cavallo sia montato dal socio, ma basta solo dimostrare che il cavallo viene trasportato a una manifestazione sportiva alla quale partecipa l’ente (pag. 7).

7 – Il van naturalmente può trasportare anche attrezzature connesse all’attività sportiva (pag. 10).

8 – Non è necessario che il socio o tesserato proprietario del cavallo trasportato sia a bordo del van (pag. 10).

9 – Come principio a carattere generale, invece, viene chiarito che un eventuale contratto di comodato del cavallo non deve essere registrato, ma deve avere data certa (pag. 8).

Per ricapitolare i documenti principali che devono essere a bordo del van sono:

Libretto di circolazione dove risulta che il van sia intestato o nella disponibilità dell’ente affiliato o aggregato;

  • Documenti identificativi dei cavalli trasportati;
  • Riepilogo delle iscrizioni dei cavalli che viaggiano sul van (stampabile dal sito federale area iscrizioni on line);
  • Autista: se dipendente copia del contratto di assunzione o di una busta paga recente, se socio copia del verbale d’assemblea che autorizza alla guida;
  • Stampa mod. 4 elettronico oppure mod. 4 cartaceo e, in tale seconda ipotesi, copia dei contratti di detenzione dei cavalli di proprietà dei soci (vedi modello allegato);
  • Copia del registro carico scarico dei cavalli con la precisazione che i cavalli devono essere scuderizzati almeno da 4 giorni prima del viaggio.

Per eventuali chiarimenti o approfondimenti è possibile scrivere una mail a ufficiolegale@fise.it

alleghiamo FAC-SIMILE CONTRATTO DI DEPOSITO PRESSO ASD F.I.S.E. DI CAVALLO SPORTIVO ISCRITTO AI RUOLI FEDERALI F.I.S.E.

contratto_di_custodia_asd_trasporto-cavalli

avvisonuovo

 

Category: Generale